Vai al contenuto
Home » Bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione: come funziona e a chi spetta

Bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione: come funziona e a chi spetta

  • di
Bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione

Il bonus elettrodomestici è una delle agevolazioni fiscali più richieste dagli italiani che vogliono rinnovare la propria casa e risparmiare sulla bolletta energetica. Si tratta di una detrazione del 50% sulla spesa sostenuta per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe energetica elevata, destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. Ma è possibile ottenere il bonus anche senza ristrutturazione? In questo articolo vedremo quali sono le condizioni, i requisiti e le modalità per fruire di questa opportunità.

La condizione necessaria

Il bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione è previsto solo in un caso specifico: quando si acquistano mobili ed elettrodomestici per un immobile che è stato oggetto di ristrutturazione nell’anno precedente a quello di acquisto. Ad esempio, se si sono effettuati lavori di ristrutturazione nel 2022 e si acquistano elettrodomestici nel 2023, si può usufruire della detrazione del 50% per risparmiare. Questa condizione è stata confermata dall’Agenzia delle Entrate nella guida al bonus mobili ed elettrodomestici.

Quali sono gli elettrodomestici ammessi

Per ottenere il bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione, bisogna acquistare elettrodomestici nuovi, ad uso casalingo, di classe energetica non inferiore alla A per i forni, alla E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie, alla F per i frigoriferi e i congelatori. Bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione: quali sono gli elettrodomestici ammessi, tra gli elettrodomestici ammessi ci sono:

  • frigoriferi
  • congelatori
  • lavatrici
  • lavastoviglie
  • forni
  • stufe elettriche
  • forni a microonde
  • apparecchi per il condizionamento

Per richiedere il bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione, bisogna seguire alcuni passi e presentare alcuni documenti. Ecco quali sono:

  • Conservare la fattura o lo scontrino fiscale che attesta l’acquisto degli elettrodomestici, con indicazione del codice fiscale del beneficiario, della data e del luogo di acquisto, della marca, del modello e della classe energetica degli apparecchi.
  • Conservare l’attestato di prestazione energetica (APE) dell’immobile oggetto di ristrutturazione, che certifica il miglioramento dell’efficienza energetica ottenuto grazie ai lavori effettuati.
  • Conservare la comunicazione dell’inizio dei lavori di ristrutturazione (CILA, SCIA, DIA o permesso di costruire) presentata al comune competente, oppure la dichiarazione di conformità degli impianti elettrici e termici.
  • Indicare nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o Redditi persone fisiche) l’importo della spesa sostenuta per gli elettrodomestici, il codice fiscale del venditore, il numero di partita IVA o il codice fiscale del soggetto che ha effettuato i lavori di ristrutturazione, il codice catastale dell’immobile e la percentuale di detrazione spettante.
  • In alternativa, scegliere di cedere il credito d’imposta al venditore degli elettrodomestici o a un altro soggetto, oppure di optare per lo sconto in fattura, comunicando la propria scelta al venditore e conservando la relativa documentazione.

Il bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione è una misura che consente di arredare la propria casa con elettrodomestici di ultima generazione, risparmiando sulle tasse e sull’energia. Per non perdere questa occasione, è importante informarsi bene sulle modalità e sui documenti necessari per richiederlo. L’importo massimo di spesa su cui si calcola la detrazione del 50% è di 8.000 euro per il 2023 e di 5.000 euro per il 2024, comprensivo delle eventuali spese di trasporto e montaggio. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali uguali, da indicare nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o Redditi persone fisiche). Il bonus spetta al contribuente che ha usufruito della detrazione per le spese di ristrutturazione, oppure che ha scelto di cedere il credito o di optare per lo sconto in fattura.

Quali sono i vantaggi

Il bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione è un’opportunità da non perdere per chi vuole rinnovare la propria casa e migliorare l’efficienza energetica. Tra i vantaggi ci sono:

  • un risparmio fiscale del 50% sulla spesa sostenuta
  • una riduzione dei consumi elettrici e delle emissioni di CO2
  • una maggiore sicurezza e qualità dei prodotti acquistati
  • una valorizzazione dell’immobile

Per approfittare del bonus elettrodomestici 2023 senza ristrutturazione, bisogna però rispettare le condizioni, i requisiti e le modalità previste dalla normativa. Usufruisci del bonus sul nostro sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *